Lettere al direttore

Viaggiare, ma stando a casa

Redazione Pixabay

Caro Padre Enzo,
ovviamente non mi conosci ma io sì, ti ascolto e ti vedo su fb e trovo gradevolissime non solo le tue riflessioni ma questo tuo accompagnarci passo passo per le vie di Assisi: ho avuto la gioia di poterci ritornare nello scorso settembre, di respirare l'aria di Francesco e Chiara, a passo lento, perché non riesco più a camminare benissimo.
È stato uno dei tanti regali che il mio Buon Signore mi ha fatto, in maniera del tutto inattesa, una di quelle carezze che Lui sa fare sorprendendoti.
Questa nuova situazione che stiamo vivendo e l'età che avanza mi fanno pensare che non mi muoverò più da questo paese (vivo in Sardegna) e perciò mi è tanto gradito viaggiare...stando a casa.
Prego spesso per i nostri sacerdoti ai quali voglio molto bene ma d'ora in avanti avrai anche tu un ricordo particolare. Spero non ti disturbi se mi prendo un po’ di confidenza ma sai, sono una vecchia maestra di 81 anni!

Ti ringrazio e davvero Pace e Bene
Luisella

Cara Luisella,
che gioia leggere le tue belle parole. Grazie per le preghiere. Sono d'accordo in tutto quello che hai scritto, eccetto nella parte in cui dici che non ti muoverai più dalla tua, bellissima, Sardegna. Aspettiamo che passi questo tempestoso periodo e poi torneremo a fare i nostri pellegrinaggi, ognuno con il proprio passo e ritmo, ma tutti uniti dalla nostra fede e dal nostro amore. Grazie per avermi scritto.

Un caro saluto di pace e bene, prego per te.
Padre Enzo

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA