Lettere al direttore

Una piccola e grande storia d'amore

Redazione Pixabay

Padre Enzo,
ti scrivo per un dubbio che attanaglia l’animo. Sono vedovo da ormai quasi due anni, ho sofferto non poco. Ci amavamo tantissimo, nonostante i tanti anni passati insieme e la vecchiaia che avanza. La nostra è stata una piccola, ma grande storia di amore e fede, di sofferenze e di lotte, di dolore e angoscia, tutto ampiamente ripagato da gioie immense!  Ma ora vengo al punto. Svariati mesi fa ho ricevuto una proposta da una signora, anche lei vedova, che conosco da tantissimi anni. La signora in questione mi ha scritto di suo pugno una lettera d’amore, confessando che era molto tempo che meditava se consegnarla o meno, poi si è fatta coraggio e ha vinto l’emozione e me l’ha consegnata. In sostanza mi ha fatto una dichiarazione d’amore e mi ha proposto di andare a mangiare una pizza insieme. Io ho risposto che ancora devo metabolizzare il lutto di mia moglie, ma che volendo possiamo incontrarci qualche volta. Sono passati tanti mesi, ma ancora sento come un rimorso e mi chiedo: non starò mancando di rispetto al grande amore che è stato mia moglie? Qualche volta mi rispondo che potrei anche iniziare una nuova relazione, d’altronde a mia moglie aveva promesso, 50 anni fa quando ci siamo sposati, di essergli fedele finche morte non ci separi; e così è stato. Aiutami a capire meglio padre Enzo. Egidio

Carissimo Egidio,
“finché morte non ci separi”; è questa la formula liturgica che hai citato, è questa la promessa che Dio padre chiede, attraverso i ministri della Chiesa, alle persone che si uniscono in matrimonio. L’amore per tua moglie non è in conflitto con questo nuovo percorso che potrebbe iniziare. Tua moglie ti ha amato. Amare significa essere pronti a dare la vita ed essere davvero felice per l’altro. Se tu senti che l’amore di questa donna ti rende felice ed è ricambiato, vivi con lei questa nuova esperienza di unità. Da lassù arriveranno benedizioni e forza. Il vostro reciproco amore lo si coglie dalla testimonianze di queste poche, ma intense, righe che mi hai scritto e sono certo che questo amore è stato visibile ed è stato luce per chi vi ha incontrato.

Buon cammino,

P. Enzo

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA