Lettere al direttore

FRANCESCO MI HA FATTO TROVARE LA PACE INTERIORE

Redazione

Cari Amici. mi rivolgo a voi per manifestare apertamente quello che penso e provo realmente. Per circa un anno ho frequentato la Basilica di Santa Maria degli Angeli per ritrovare la mia pace interiore. Ho avuto la possibilità di cose che vengono concesse a pochi, dalla Chiesa. Per quello che posso dire e pensare dei sacerdoti e padri di Santa Maria degli Angeli, non potrò mai smettere di pensare bene di loro. Li considero delle persone Sante. Allo stesso modo di quelli di Assisi centro (e i Francescani in toto). Ad un certo punto, si sono innescati dei meccanismi, per cui, persone non afferenti ad Assisi, vedendo un considerevole cambiamento (in meglio) in me, hanno pensato di cominciare a colpirmi (per riportarmi a come ero prima). Io, trovandomi in una situazione economica alquanto fragile, mi sono trovato esposto a situazioni di ingiusto maltrattamento, ultimamente sempre più intenso. Ho tentato a chiedere aiuto alle forze dell'ordine che mi hanno risposto di lasciar perdere. Mi sono trovato a dover perdere delle occasioni importanti. Sia lavorative che di prestigio sociale, sempre a causa di gente che ha visto in me una persona da sfruttare piuttosto che innalzare. E da ciò il mio comportamento arrabbiato e fortemente polemico. Non perché mi sento speciale più di altri. anzi, sono per l'uguaglianza. Comunque mi scontro con la realtà meschina che mi porta a vedere il lato sbagliato il quale consiste nell'essere martoriato da persone che per unico passatempo hanno il maltrattare il prossimo e, soprattutto, vedersi preso a schiaffi socialmente perché altrimenti non farei lavori a sconto per nessuno.

Ecco, da ciò il mio comportamento.

Andrea (TR)


***

Caro Andrea,

è incoraggiante sentirti dire che non potrai mai smettere di pensare bene di loro. Purtroppo spesso le persone sono sfruttate, anche lo stesso papa Francesco ha voluto condannare certi comportamenti quando ha detto che è necessario “servire le persone e non servirsi delle persone”.

Confida nella tua bontà nei rapporti di tutti i giorni e sii accogliente come lo è stato Francesco. Egli non rifiutava mai nessuno e con la comprensione e il dialogo convertì i ladroni e ammansì il lupo. La sua strada, sempre illuminata dall’amore per il prossimo, lo ha guidato nella serenità e vicino Dio.

Purtroppo non si può pretendere che tutti abbiano la nostra stessa visione del mondo, anche questo ci insegna Francesco d’Assisi. Che la diversità è un valore e nel rispetto reciproco può esserci la convivenza in armonia. La realtà, come dici tu, è spesso meschina, ma noi possiamo molto illuminati da Dio.

Porto una preghiera per te sulla tomba di san Francesco


Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA