cronaca

Spreco alimentare: Car, nel lockdown recuperate 400 tonnellate di cibo

Agensir Pixabay

Frutta, verdura e pesce fresco sono poi state distribuite ai circuiti solidali

In occasione della Giornata internazionale contro gli sprechi alimentari , il Centro agroalimentare di Roma (Car) sottolinea che nei mesi di marzo, aprile e maggio sono state recuperate 2 milioni di porzioni di cibo, poi rimesse nel circuito solidale della Capitale e della provincia, segnando un incremento del +14% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

Nel solo periodo legato al lockdown per la pandemia da Covid 19, quindi, il Car ha recuperato e raccolto per mezzo di donazioni oltre 400 tonnellate di frutta, verdura e pesce fresco che sono state poi distribuite ad oltre 41mila nuclei familiari grazie al supporto delle realtà sociali della Capitale. Proprio grazie alla collaborazione con Caritas diocesana, Comunità di Sant’Egidio, Acli di Roma e provincia, Banco alimentare, Isola solidale e Medicina solidale, è nato in giugno il “Tavolo delle buone pratiche” grazie al quale – attraverso la piattaforma “BitGood” – è stata messa a sistema tutta la gestione delle eccedenze alimentari, ortofrutticole ed ittiche del Car, che poi vengono immesse nei circuiti solidali di Roma e della provincia.

Accanto a questo impegno, è attivo presso il Car anche il laboratorio “Papa Francesco”, per la trasformazione della frutta e della verdura recuperate, gestito da ex detenuti ospiti presso l’Isola solidale grazie a 4 borse di lavoro messe a disposizione da Roma Capitale. I prodotti del laboratorio vengono anch’essi in parte ridistribuiti ai circuiti solidali della Capitale. 

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA